Stato di emergenza covid: Colorazione regioni e Green pass

stato di emergenza covid

Per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 il governo ha messo in atto delle nuove misure urgenti per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche. La pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n.175 del 23 luglio 2021 fa luce su diversi punti che andiamo a riassumere nel seguente articolo in particolare sulle disposizioni relative alle nuove colorazioni previste e il green pass.

 

Dichiarazione stato di emergenza

Lo stato di emergenza dichiarato con deliberazione del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020 e prorogato con ulteriori deliberazioni è ulteriormente prorogato fino al 31 dicembre 2021.

 

Criteri di colorazione delle Regioni

I nuovi criteri prevedono che a decidere il cambio di colore nelle Regioni sarà l’incidenza settimanale dei contagi abbinata al tasso di occupazione dei posti letto in area medica oppure il tasso di occupazione dei posti letto di terapia intensiva per pazienti affetti da COVID-19.

 

Impiego di certificazioni verdi COVID-19

A partire dal 6 agosto 2021 è consentito in zona bianca l’accesso ai seguenti servizi e attività

  • servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso;
  • spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi;
  • musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;
  • piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso;
  • sagre e fiere, convegni e congressi;
  • centri termali, parchi tematici e di divertimento;
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione;
  • attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;
  • concorsi pubblici

esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi COVID-19 consistenti in:

  • inoculamento almeno della prima dose vaccinale Sars-CoV-2;
  • guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 (validità 6 mesi);
  • test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus Sars-CoV-2 (con validità 48 ore).

I titolari o i gestori dei servizi delle attività sopra indicate sono tenuti a verificare che l’accesso avvenga nel rispetto delle prescrizioni indicate dal DL 105/2021. La verifica delle certificazioni verdi COVID-19 è effettuata mediante lettura del QR-Code utilizzando l’applicazione “VerificaC19”. Sono previste la sanzione pecuniaria (da 400 a 1000 euro a carico dell’esercente che dell’utente) e a decorrere dalla terza violazione in tre giornate diverse la sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell’esercizio o delle attività da uno a 10 giorni.

Tali disposizioni non si applicano ai soggetti esclusi per età dalla campagna vaccinale (under 12) e ai soggetti affetti da patologie esenti sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della Salute. Nelle more di tale decreto e per le sue finalità possono essere utilizzate le certificazioni rilasciate in formato cartaceo.

Si invitano, tuttavia, i datori di lavoro a consultare il proprio Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione e Medico Competente per gli opportuni adeguamenti da effettuare per ottemperare alle nuove disposizioni di legge.

Clicca qui per leggere il Decreto Legge completo

 


Sei un libero professionista, gestisci un’azienda o un’associazione?
Vuoi affidarti a uno Studio professionale?

Lo Studio Arca, grazie alla pluriennale esperienza di tre professionisti è a tua disposizione per coprire diverse aree d’interesse per lo sviluppo di progetti imprenditoriali, per la gestione della crisi d’impresa, l’ottimizzazione della gestione delle risorse familiari, la definizione dei migliori assetti proprietari e per gli adempimenti fiscali e civilistici.

Chiamaci per un appuntamento gratuito allo 0583.496946
oppure inviaci una mail a info@studio-arca.it